Siti e Monumenti

Arco di Augusto  (8 a.C.)

E’uno degli archi meglio conservati dell’Italia, ad un solo fornice con semicolonne ed architrave con fregio e attico che raffigura il “patto”  fra Cozio, re dei Celti e Cesare Ottaviano Augusto, primo imperatore romano.

Eretto sull’acropoli di Susa, non arco di trionfo, bensì di alleanza, frutto degli accordi personali fra l’imperatore  ed il sovrano locale.

Altare celtico con coppelle (sec.VII a.C.)

Una delle più importanti testimonianze della presenza celtica in Valle è la roccia coppellata, scoperta su un’altura sopra Susa accanto alle Terme Graziane, su cui sono ricavate “coppelle”, incavi emisferici collegati da canalini scolpiti, su cui venivano probabilmente sacrificati animali in età preromana.

Castello della Contessa Adelaide

Castello Contessa Adelaide - Scorcio lato est

L’altura del Castello è il cuore dell’area archeologica di Susa .Qui nacque Adelaide, figlia del marchese di Torino Olderico Manfredi e moglie di Oddone, figlio di Umberto Biancamano, conte di Moriana e di Savoia.
Fu poi suocera dell’imperatore Enrico IV, a cui aveva dato in sposa la figlia Berta.

Qui si concentrano testimonianze che partono dall’età del ferro al medioevo.

Anfiteatro Romano (sec. II d.C.)

Il deposito alluvionale la tenne nascosta fino al 1956, quando, grazie a scavi durati fino al 1961, venne riportata al suo antico splendore. Attualmente utilizzata per rievocazioni storiche e spettacoli, come il “Palio” di fine luglio o la “Castagna d’oro” di settembre, un tempo ospitava le venationes, in cui molti animali venivano uccisi prima di lasciare spazio ai duelli tra gladiatori.

Cattedrale di San Giusto (sec.X)

Cattedrale di San Giusto IX secolo

Fondata nel 1027, a croce latina, tre navate e un transetto sorge con la facciata impostata sulle mura della cinta romana e medioevale incorporando nell’angolo sinistro una delle torri romane della porta detta “Savoia” o “del Paradiso”.Il campanile è alto 51 mt., di stile romanico, presenta un’evoluzione in stile gotico del sec. XV (cuspide centrale e pinnacoli angolari).

Porta Savoia o Porta del Paradiso (sec. III d.C)

Porta Savoia o Porta del ParadisoUno degli ingressi della città che caratterizzava la struttura difensiva, è  “Porta Savoia. Le sue belle e imponenti torri, costruite nella tarda epoca romana e rimaneggiate durante i secoli, ancora oggi danno l’accesso al centro storico segusino.

Acquedotto Romano – Terme Graziane – (sec. IV d.C.)

Acquedotto Romano – Terme GrazianeOggi rimangono le due grandi arcate, esso riforniva le terme Graziane, terminate fra il 375 e il 378 dagli imperatori Graziano, Valente e Valentiniano ed alimentate probabilmente dall’acqua che, attraverso canali, giungeva a Susa da Gravere.

Chiesa del Ponte (sec. XIII restaurata nel 1595)

Chiesa del PontePresenza religiosa medievale ampliata in epoca barocca, ospita l’importante Museo Diocesano, custode di preziose testimonianze della fede cristiana che hanno connotato la storia della Valle di Susa. All’interno dell’esposizione spiccano, per valore, la scultura lignea della Madonna del Ponte del XII secolo, i picchiotti dell’antico portale del Duomo di Susa del XII secolo, la Croce processionale del XIV secolo e numerosi altri tesori, fra cui un reliquiario longobardo.

I commenti sono chiusi.